A Kragujevac dall’inizio dell’anno prodotte solo 7.000 automobili del modello 500L

La produzione di febbraio in Fiat Chrysler Automobiles Serbia si è conclusa già a metà settimana, e le linee di produzione e di assemblaggio saranno rilanciati il 5 marzo.

La produzione della “500L” è stata  nuovamente interrotta a causa delle richieste sempre minori da parte del mercato europeo, come anche dal mercato del Nord America.

A febbraio, ci sono stati sette giorni lavorativi nello stabilimento della Fiat a Kragujevac, durante il quale dalla fabbrica sono uscite circa 3.000 macchine finite. Dall’inizio dell’anno fino ad oggi, a Kragujevac, sono state prodotte circa 7.000 automobili, che è poco più di un terzo della normale produzione di due mesi.

Secondo le informazioni disponibili, a marzo e nei mesi sucessivi, FCA Serbia avrà circa dieci giorni lavorativi al mese. Gli intenditori dell’industria automobilistica credono che la Fiat a Kragujevac, con la produzione drasticamente ridotta del modello “500L” e con tutti i benefici che ha, è già pericolosamente vicino all’attività ai margini della redditività.

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top
Altro... 500L, Fiat
La Fiat inizia con la produzione del modello 500L elettrico

La Fiat non è più il primo esportatore della Serbia

Chiudi