A dicembre fine dei lavori sul gasdotto che attraverserà la Serbia – Nel 2020 completamento del progetto TE TO di Pancevo

Il ministro dell’Energia e delle Miniere, Aleksandar Antic, si è riunito a San Pietroburgo, in occasione del SPIEF, con il Presidente del Consiglio amministrativo di Gazprom Alexei Miller, il quale ha detto che la società continuerà a fornire regolarmente la Serbia con il gas. Dalla conversazione si è potuto concludere che il tratto del gasdotto che passere attraverso la Serbia sarà completato verso la metà di dicembre.

Antic in una dichiarazione per Tanjug ha detto che ha parlato con Miller sulla cooperazione globale, e che il presidente del consiglio di Gazprom ha espresso una ferma posizione che la Serbia può assolutamente aspettarsi che Gazprom fornirà tutti i volumi necessari di approvvigionamento di gas.

“Abbiamo discusso del gasdotto che passerà attraverso la Serbia, il quale è un progetto comune sviluppato dall’azienda Gastrans e abbiamo concluso che questo progetto è stato sviluppato in conformità con il calendario, e che ci sono tutte le condizioni che la sezione di linea del gasdotto venga completata entro dicembre, come previsto”, ha detto Antic.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

Come ha sottolineato Antic, questo è un progetto molto importante per la Serbia:

“Questo progetto potrà cambiare la posizione della Serbia sulla mappa e garantisce al paese la fornitura di gas per un lungo periodo di tempo, inoltre consente un’ulteriore reindustrializzazione del paese, che significa nuovi progetti”, ha affermato ministro serbo.

Antic ha detto che sta procedendo bene anche il progetto TE TO di Pancevo, al quale collabora l’azienda Gazprom Energoholding assieme all’industria petrolifera della Serbia, e sarà completato durante il 2020.

Egli ha aggiunto che ha anche parlato con Miller dell’ulteriore gassificazione della Serbia e, che una delle priorità del lavoro congiunto in futuro sarà la gassificazione alternativa, cioè la possibilità di gassificazione di quelle parti del paese che non sono coperte dalla rete del gasdotto, consentendo l’approvvigionamento di gas attraverso GNL, cioè SPG o compressa gas, che verrebbe prodotto nel territorio della Serbia.

Il ministro Antic, Venerdì 7 giugno, durante il forum economico, incontrerà Alexander Dyukov, presidente della società Gazpromneft, così come con il presidente di Gazprom Energoholding.

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top