70 milioni di euro anche per le startup serbe dal fondo di Venture Capital 500 Emerging Europe

La filiale di Istanbul del noto fondo di Venture Capital 500 startup ha annunciato che con il nuovo fondo si sta puntando ancora di più sui Paesi dell’Europa centro-orientale, compresa la Serbia. “Il famoso fondo ha attualmente quasi 50 startup unicorno nel suo portafoglio e il 40% di queste società si trova al di fuori degli Stati Uniti d’America. Tali statistiche hanno portato nel 2016 alla creazione di 500 Istanbul, un fondo di Venture Capital che è stato recentemente rinominato in 500 Emerging Europe e che si concentra sui Paesi europei dalla Turchia ai Paesi baltici – tra cui la Serbia”, scrive il portale Netokracija.

Un nuovo fondo di 70 milioni di euro sarebbe a disposizione delle startup di questi Paesi. Come si legge nell’annuncio ufficiale, il nuovo fondo punta sulle startup di Paesi che non possono vantare dimensioni di mercato, ma di innovazione, cioè quei Paesi in cui i fondatori si impegnano sin dal primo giorno a sviluppare prodotti globali anziché locali. “Crediamo che la mancanza di densità di popolazione e profondità di mercato spinga le startup a guardare nella direzione dei mercati globali, invece di fare mosse a livello locale. Questo paradosso demografico, per cui le popolazioni più piccole incoraggiano la creazione di imprese focalizzate sul mercato globale, esiste nella Emerging Europe, a causa della mancanza di interconnessioni e del potenziale di espansione regionale”.

Il fondo Venture Capital sottolinea che, guidato da questa strategia, ha già investito in 40 società di Turchia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Ucraina e Polonia e che il portafoglio comprende anche tre unicorni. La 500 Emerging Europe si concentrerà ancora di più sui Paesi CEE, oltre che sui Paesi baltici. Gli investimenti iniziali (seed) saliranno a 2 milioni di euro, mentre importi maggiori sono riservati ai round successivi. L’annuncio afferma che entro la fine dell’anno saranno organizzati eventi dal vivo a Bucarest, Tallinn, Budapest, Varsavia, Atene e Sofia, mentre è prevista una visita a Belgrado nel 2023.

https://www.blic.rs/biznis/tehnologija/investirali-su-u-50-jednoroga-a-sada-stizu-i-u-srbiju-500-emergin-europe-pokrece-novi/2q6hnb3

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top