60000 turisti in Serbia con il “turismo dentale”

Il numero di turisti della salute in Serbia cresce ogni anno dal 10 al 15 per cento e attualmente è tra i 40.000 e i 60.000 all’anno, sostiene l’Associazione nazionale delle agenzie turistiche della Serbia (Juta).

I turisti della salute provengono da paesi dell’ex Jugoslavia, un po’ meno dal resto dell’Europa, in particolare dal centro Europa e dalla Scandinavia. L’80% di loro arrivano per curarsi i denti, ma anche per interventi di chirurgia estetica e ortopedica, scrive “Politika”.

Scopri i principali investimenti esteri in Serbia nel 2018: clicca qui!

In Serbia il turismo dentale è più economico del 50% rispetto a qualsiasi altro posto in Europa, mentre per la chirurgia plastica il risparmio è dal 35 al 40%, e nell’ortopedia del 30%; inoltre la qualità dei servizi in molti segmenti è migliore rispetto al resto del continente.

Dei servizi sanitari usati dagli stranieri in Serbia, percentualmente più basse sono le operazioni di cambio di sesso.

I dati mostrano che tra le 70 e le 100 operazioni di questo tipo vengono effettuate ogni anno a Belgrado, con la maggior parte dei pazienti provenienti dagli Stati Uniti e dal Canada, ma anche da Croazia, Slovenia, Macedonia del Nord e Bosnia, e ultimamente anche da Italia, Israele, Iraq, Iran e Arabia Saudita.

La strategia di sviluppo del turismo entro il 2025 indica il turismo della salute come uno dei prodotti di particolare importanza per lo sviluppo dell’industria dell’accoglienza.

https://www.021.rs/story/Info/Srbija/219273/Srbiju-godisnje-poseti-60000-zdravstvenih-turista-najvise-zbog-popravke-zuba.html

 

This post is also available in: English

Share this post

scroll to top