600 società pubbliche in vendita

Secondo quanto riporta il quotidiano Blic, il governo serbo dovrebbe preparare i bandi di gara per quasi 600 imprese pubbliche  di cui lo Stato è principale azionista al massimo entro la fine di settembre.
Il premier serbo Aleksandar Vucic ed il ministro dell’economia Dusan Vujovic, hanno concordato di inserire nel calendario del Parlamento le leggi sulle privatizzazioni e sul fallimento già la settimana prossima, dopo di che seguirà la preparazione dei bandi di gara per la vendita di quasi 600 imprese pubbliche le quali, in diversi gradi, si trovano all’interno del processo di ristrutturazione.

La fonte di Blic ha evidenziato inoltre che prima della pubblicazione della gara, il governo cercherà di promuovere al massimo le nuove possibilità che introduranno le leggi sulle privatizazzioni e sul fallimento. “Visto che la vendita delle società dovrebbe svolgersi in maniera più flessibile, ci aspettiamo un grande interesse dalla parte degli investitori”, la fonte ha anche sottolineato che durante questo processo verranno individuate le società che non hanno una prospettiva, le quali verranno messe in liquidazione e i lavoratori di queste società saranno inseriti nel programma sociale (NdT: intervento di sostegno al reddito). Secondo quanto affermato dalla fonte, tra le società in vendita, non si troveranno la Telekom e l’EPS.

L’intero processo sarà trasparente e implicherà la pubblicazione della gara, e prima di questo saranno scelti anche i consulente per le privatizzazioni.

(Blic, 24.07.2014)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top