25 anni dal bombardamento della Jugoslavia da parte della NATO

Domenica la Serbia ha celebrato i 25 anni dall’inizio dei bombardamenti della NATO sull’allora FR Jugoslavia, dopo i quali le forze di sicurezza jugoslave si ritirarono dal Kosovo.

Il presidente della Serbia, Aleksandar Vucic, ha dichiarato in quell’occasione che il 24 marzo 1999 “19 dei Paesi più potenti hanno attaccato la Serbia senza alcun diritto e per la prima volta senza una decisione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite”.

“Hanno distrutto il nostro Paese per 78 giorni. Hanno ucciso bambini. Hanno strappato il nostro territorio. Tuttavia, nonostante tutto, la Serbia vive. Risvegliata. Più forte, più coraggiosa. Con più fiducia. E soprattutto, libera. La libertà è più importante dell’aria, la libertà non ci verrà mai tolta. Viva la Serbia”, ha scritto Vucic in un post su Instagram.

Il commentatore di politica estera Bosko Jaksic ha detto che mentre i funzionari della NATO sottolineano che la cooperazione con la Serbia è ad un livello eccellente, la Belgrado ufficiale sta cercando di nascondere le relazioni di partenariato agli occhi del pubblico.

Durante i 78 giorni di attacchi aerei della NATO sulla Jugoslavia, oltre 1.000 persone sono state uccise e altre migliaia sono state ferite. Le infrastrutture, le strutture militari e civili sono state gravemente danneggiate e i danni sono stati stimati in circa 30 miliardi di dollari.

L’azione è stata condotta senza l’approvazione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

La guerra è terminata con la firma dell’Accordo di Kumanovo il 9 giugno 1999, il giorno successivo è stata adottata la risoluzione 1244 delle Nazioni Unite e l’esercito jugoslavo si è ritirato dal Kosovo.

Il 15 febbraio 2008 il Kosovo ha dichiarato la propria indipendenza dalla Serbia.

(N1, 24.03.2024)

https://n1info.rs/vesti/pomenom-zrtvama-koji-je-sluzio-patrijarh-porfirije-poceo-skup-povodom-25-godina-od-nato-agresije/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top