25.000 società in Serbia operano senza un singolo dipendente

È stato stimato che una società su tre, tra quelle registrate senza dipendenti, stia svolgendo delle attività illegali. I dati forniti dall’Agenzia del Registro Imprese (APR) mostrano che ufficialmente 8.644 negozi commerciali e più di 4000 società di produzione non hanno nessun dipendente registrato.

Quasi 25.000 imprese operano senza un singolo dipendente e 22.000 ne hanno solo uno. Milan Stefanovic, consulente dell’USAID (United States Agency for International Development), ha dichiarato che avere una società senza lavoratori non è fuori legge, ma che ci sono tanti imprenditori che aprono società avendo in mente “altri scopi” . “Ad esempio – ha detto Stefanovic – quando ad un imprenditore vengono sospese le attività a causa di debiti, egli ne apre una nuova per poter proseguire gli affari. Alla fine, il danno lo subiscono i creditori e i dipendenti perché spesso non possono recuperare i soldi”. Stefanovic ha aggiunto inoltre che questi casi indicano una crescita delle frodi economiche, ma anche un incremento dell’evasione fiscale e la crescita di ulteriori debiti.

Dall’Agenzia delle Entrate spiegano che il proprietario di una società, debitore verso lo Stato, non può aprire una nuova società. Nella pratica però le cose vanno diversamente. In tal senso, uno dei casi più recenti è stato quello di Miroslav Bogicevic, proprietario della Farmakom, sospesa per insolvenza verso lo Stato, il quale gestisce altri affari tramite nuove società.

employee-survey-feedback

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top