Apre il Centro per le staminali di Kragujevac

Oggi inizierà la costruzione del Centro per la ricerca delle cellule staminali su un’area di 17 ettari del terreno donato dalla città di Kragujevac. La Banca europea per gli investimenti ha versato 10 milioni di euro per la costruzione di questo centro, visto che è finalmente completata  e controllata tutta la documentazione necessaria per la costrizione di questa istituzione scientifica, l’unica in questa parte dell’Europa. Il valore di progetto è 14 milioni di euro e dovrebbe essere finito entro aprile 2017.

In questo edificio, intitolato “Centro di eccellenza” dovrebbero lavorare sei istituzioni scientifiche sotto il controllo della Facoltà di Medicina. Secondo il rettore dell’Università a Kragujevac, “con l’apertura di questa istituzione i cittadini risparmieranno somme significative per la conservazione delle cellule staminali all’estero”. Ogni anno otto milioni di euro vanno fuori dalla Serbia per la conservazione di queste cellule.

“Recentemente è stata aperta la banca per la conservazione delle cellule staminali a Belgrado, però vi si conservano solo le cellule dei bambini con malattie congenite. Però, la banca a Kragujevac sarà diversa e l’unica in questa parte dell’Europa. Nons i conserveranno solo le cellule staminali, ma si faranno anche le ricerce sul materiale cellulare che potrebbe essere utile nella lotta contro molte malattie. In banca a Kragujevac si raccoglierà il materiale di tutti i paesi vicini, che porterà un utile certo a questa istituzione”, dice Arsenijevic.

A Kragujevac si applicheranno i metodi più moderni con i quali si prelevano le cellule dalla pelle e se ne faranno le cellule stimanali di cui si potrebbero creare i motoneuroni. Questo sarà la chiave per la cura del midollo spinale e per il recupero delle persone che per vari lesioni sono rimasti immobili.

(Blic, 24.01.2016.)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

scroll to top