Investimenti record nell’immobiliare retail nel SEE

Secondo i risultati publicati dalla società JLL, nel 2015 è stato raggiunto un livello estremamente elevato – 285 mil EUR nell‘ambito di investimento immobiliare sul mercato dell’Europa sud-orientale.

La portata degli investimenti nei paesi dell’Europa centro-orientale è stata elevata per alcuni anni, così in Polonia e nella Repubblica Ceca la tendenza continua e nel 2015 ha raggiunto i 6 miliardi di euro, Questo salto positivo nella zona SEE si è esteso anche alla Serbia e ai paesi della regione come la Croazia, Bulgaria e Slovenia. Le prime operazioni di mercato sono avvenute nel 2015 anche se sono 5 anni da quando gli investitori hanno iniziato a guardare oltre ai mercati tradizionali in Europa occidentale e centrale.

I clienti che stanno considerando la regione dell’Europa sud-orientale provengono per lo più dai mercati tradizionali, come Germania, Austria e Gran Bretagna. Li attrae un più alto tasso di ritorno sugli investimenti rispetto ai principali mercati dell’Europa centrale. “Ad oggi, la società “NEPI” e “Atterbury” dal Sud Africa hanno investito nel mercato retail serbo e ci aspettiamo che questo trend continui nel 2016″ spiega Uros Grujic, direttore del settore degli investimenti in capitale per la SEE della JLL. Il volume delle transazoni previste durante il primo trimestre del 2016 raggiungeranno un volume di 300 mil di euro.

Tra le più forte transazioni a partire dal 2015, in particolare si distinguono l’acquisizione del 33% del capitale nella società serba “MPC Group”, la quale ha un portafoglio delle strutture di vendita al dettaglio, tra cui “Usce Shopping Center” – il più grande centro commerciale in Serbia. Questa acquisizione da parte del gruppo sudafricano “Atterbury”  è stata effettuata nel mese di settembre con consigli di JLL.

(Ekapija 20.01.2016)

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top