21 anni dall’assassinio di Zoran Đinđić

Oggi ricorrono 21 anni dall’assassinio del premier serbo Zoran Đinđić, ucciso mentre entrava nel palazzo del governo serbo due anni dopo essere stato nominato primo ministro.

Poche ore dopo l’omicidio, il governo ha dichiarato lo stato di emergenza in Serbia, mentre i membri del clan criminale Zemun e parte dell’Unità per le Operazioni Speciali (JSO) del Ministero degli Interni serbo sono stati immediatamente sospettati come responsabili.

Durante lo stato di emergenza, durato fino al 22 aprile 2003, la polizia ha arrestato più di 11.000 persone, tra cui politici, ufficiali militari di alto rango e funzionari giudiziari, nel corso di un’operazione denominata “Sablja” (la sciabola).

Nell’agosto 2003 è stato emesso un atto di accusa contro 44 persone per aver partecipato all’organizzazione dell’omicidio e il 22 dicembre dello stesso anno è iniziato il processo davanti al Tribunale distrettuale di Belgrado.

Il 23 maggio 2007, il tribunale ha dichiarato gli imputati colpevoli, condannandoli a un totale di 378 anni di carcere.

L’ex comandante della JSO Milorad Ulemek Legija e il suo vice Zvezdan Jovanović sono stati condannati a 40 anni di carcere come responsabili immediati dell’omicidio.

Da tempo si sapeva che la vita di Đinđić era in pericolo a causa degli scontri con la mafia. Quando il 21 febbraio scorso è sfuggito per un soffio alla morte in un incidente stradale, Vuk Drašković, un tempo il principale leader dell’opposizione, è stato quasi ucciso allo stesso modo dagli agenti di Milosevic diversi anni fa, a Belgrado sono iniziate a circolare voci secondo cui la mafia si sarebbe unita dietro un complotto per sbarazzarsi di Đinđić.

Đinđić è passato alla storia come il primo primo ministro democraticamente eletto in Serbia dopo la caduta del regime di Slobodan Milošević.

Molti analisti e politici descrivono l’assassinio di Đinđić come un tentativo di fermare il processo di democratizzazione e modernizzazione della società, nonché le radicali riforme economiche e sociali.

(N1, 12.03.2024)

https://n1info.rs/vesti/pucanj-na-premijera-21-godina-od-ubistva-zorana-Đinđić’sa/

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top