170 lavoratori della “WinWin” hanno perso il lavoro?

Cosa sta succedendo alla società serba di elettronica “WinWin”? Voci riferiscono che dopo diversi mesi di agonia e oscure manovre i lavoratori siano stati licenziati.

La società era stata acquistata da “Tehnomanija” e nella proprietà c’erano anche “Emmi e Retail”. Per sfuggire alla legge, l’anno scorso i lavoratori sono stati praticamente costretti a firmare una risoluzione amichevole del contratto precedente e passare sotto la direzione della “Retail”, per poi quest’anno firmare un’altra risoluzione concordata con questa società e firmare un nuovo contratto con “Tehnomanija”, con la promessa che tutte le condizioni precedenti sarebbero state rispettate.

Scopri quali sono stati i principali investimenti esteri in Serbia nel 2019: clicca qui!

“Nel frattempo è arrivato il coronavirus che è diventata la scusa per tutto, le persone sono state mandate in congedo forzato e solo pochi sono rimasti al lavoro. Dopo la fine dello stato di emergenza, sono arrivate le prime notizie che siamo licenziati e che circa 170 lavoratori perderanno il loro posto di lavoro; oltretutto non ci spetta alcun beneficio dall’Ufficio del lavoro (NZS) poiché abbiamo firmato la conclusione del contratto di lavoro. Di questo non si parla, ma un gran numero di famiglie in questa città ha perso il lavoro” afferma un ex dipendente della ditta.

Il proprietario della “WinWin” è uno dei più importanti funzionari del partito “SNS”, Slaviša Kokeza, presidente della Federcalcio serba.

Il vice presidente del Partito della libertà e della giustizia, Borko Stefanović, è stato l’unico finora a commentare la vendita di “WinWin” a “Tehnomanija”.

In quell’occasione, Stefanović dichiarò sarcasticamente che “tutto ciò che il presidente della Federcalcio serba, Slaviša Kokeza, tocca, si trasforma in oro”.

“È vero, questo dono e il talento per gli affari in generale, Kokeza l’ha scoperto solo dopo il 2012, cioè dopo l’arrivo al potere di Aleksandar Vučić. I malvagi affermano che solo allora abbia scoperto il talento per i computer, ma ciò non ha impedito che la sua società “IT Prointer”, dai circa 150.000 euro (15,9 milioni di dinari) nel 2011, abbia raggiunto i 50 milioni di euro di fatturato nel 2016. Naturalmente attraverso affari con lo Stato. A proposito, nel 2012, la stessa società ha vinto l’unica gara d’appalto concessa, e il numero è aumentato a 150 milioni l’anno dopo” ha dichiarato Stefanović.

170 radnika Win Win-a ostalo bez posla?

This post is also available in: English

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top